Soppressione delle esplosioni

E’ possibile individuare un'esplosione nei suoi istanti iniziali e soffocarla prima che i suoi effetti risultino evidenti all’occhio umano?

I sistemi di soppressione delle esplosioni stanno assumendo importanza e diffusione sempre maggiore, sia per la loro affidabilità, sia per la possibilità di garantire la rapida disponibilità degli impianti e dei macchinari protetti anche a seguito di una esplosione.

Le tempistiche dei sistemi di soppressione delle esplosioni sono dell’ordine dei millisecondi; per mezzo di rilevatori ottici o di pressione dinamica, l’esplosione viene individuata sul nascere, e soffocata mediante l’attivazione di sistemi di estinzione extra rapidi. La gestione e l’estinzione dell’evento esplosivo nella sua fase iniziale consente di smorzare in modo efficiente gli effetti di sovrapressione e di temperatura, garantendo quindi non solo la sicurezza delle persone, ma limitando al minimo anche la sollecitazione strutturale sulle apparecchiature protette, al fine di tutelare l’integrità degli impianti produttivi.

L’affidabilità e la funzionalità dei componenti del sistema di protezione viene continuamente monitorata dalla centrale di gestione del sistema di protezione, che è progettata per garantire un sistema di affidabilità pari a SIL 2.

La sviluppo di nuovi agenti estinguenti (polveri con requisiti FDA, sistemi di estinzione mediante tecnologia “hot water”), unitamente allo sviluppo di ugelli idonei per i cicli CIP e SIP, garantiscono la diffusione di tali sistemi anche in ambiti con requisiti igienici estremamente elevati, quali l’industria farmaceutica e alimentare.

 

 

securiton atex logo

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile e intuitivo, proseguendo la navigazione acconsenti al loro utilizzo.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta